Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘tecnologia’ Category

 

A fine novembre dell’ormai passato 2008, tecnologi e intellettuali, imprenditori del web, ricercatori universitari, giornalisti ed esperti d’arte si sono riuniti a Venezia per parlare di futuro, argomento quantomeno affascinante soprattutto in un momento di incertezza come quello che stiamo vivendo. Tra i nomi più importanti: Alessandro Baricco, scrittore e critico musicale, Luca De Biase, giornalista e caporedattore di Nòva24, Franco Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia.

Ciascun partecipante  è stato chiamato a scegliere cinque parole che potessero evocare e descrivere al meglio l’avvenire; tali parole sono state suddivise in quattro categorie distinte denominate:
identità/valori, alla base della quale c’è l’esaltazione della condizione umana in quanto riassume sostantivi quali amore, figli, etica e coraggio;
conoscenza/esperienza, fondata sul sapere, racchiude termini quali coesistenza, digitalizzazione e interoperabilità;
innovazione/tecnologie, sezione del progresso e della tecnologia, considerata lo strumento fondamentale per cambiare la vita delle persone;
relazione/community, punta a definire le dinamiche e i rapporti tra gli individui anche attraverso il web.

Il risultato di questa particolare visione dell’avvenire ha portato dunque alla creazione di una vera e propria mappa delle parole del futuro, disponibile sul sito www.venicesessions.it.

Incuriosita, ho provato anch’io a pensare a cinque parole che possano descrivere il futuro…

Read Full Post »

Come qualcuno avrà avuto modo di vedere facendosi un giro sul mio profilo in Facebook, domenica scorsa (alla faccia di Sant’Ambrogio) ero alla Fiera della Piccola e Media Editoria a Roma, in rappresentanza delle CreActive Four. Oltre che per la grande affluenza a questo – passatemi la rustica metafora – grande mercato di pagine, dove si respira la fatica di chi ancora pubblica libri con passione, devo dirmi felice per l’affluenza all’incontro organizzato da Cristina Mussinelli dedicato a Impreditorialità femminile e Nuove tecnologie. Presenti in qualità di relatrici, oltre alla sottoscritta, anche Francesca Panzarin di Womenomics e Chiara De Caro, fondatrice di Pickwicki. Interessanti i dati dell’Osservatorio permanente dei contenuti digitali che danno come sempre più sottile (negli under 20 addirittura inesistente)  il gap uomo/donna per l’utilizzo della tecnologia. Cambierebbe solo la modalità di approccio, più diretto a fini comunicativi per le donne, mentre sembra rimanere prevalentemente maschile l’attenzione per la parte hard(ware) e per ciò che rasenta la programmazione. Qualcuno tra il pubblico ha anche dissotterrato l’ascia di guerra femminista, finendo col parlare di calzini sporchi e serate ai fornelli e dimenticandosi – aggiungo io – che non sono certo questi i discorsi che ci fanno onore.

Quello che ci fa onore, come donne, ma soprattutto come giovani donne, sono iniziative come quelle di Chiara (De Caro), che per la sua community di lettori ha organizzato per questa domenica una festa piena di segreti, indizi magici e regali…siete curiosi? Iscrivetevi!

Read Full Post »